EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Gazpacho verde con Ventresca

Ricordo che nella famosa estate del 2003 in Spagna, per la precisione a Cordoba, ho assaggiato per la prima volta il Gazpacho. La versione spagnola si chiama Salmorejo, ottimo, veramente unico!

Da allora, quando le giornate diventano torride, lo preparo. Oggi pero’ ho voluto sperimentare la versione verde. Come spesso accade in questo tipo di ricette , non esiste una regola fissa. Gli ingredienti li cambi a seconda del gusto e di quello che hai in casa. Questa è la mia versione per due persone

gazpacho verde

gazpacho verde  

 Ingredienti Continue reading →

Smørrebrød con Ventresca sott’olio, ed è subito Copenaghen

A Mezzanotte c’è ancora qualche riflesso di luce, e alle 4.30 è già pieno giorno, la Scandinavia in estate regala forti emozioni, fuor di dubbio. L’aria pulita, piste ciclabili, popolazione giovane, simpatica e con una media di 3 figli a famiglia, fatti in giovane età. Non è un cliché, è tutto vero. E’ ciò che abbiamo visto una settimana fa a Copenaghen, una città sorprendente. Abbiamo preso una casa su Airbnb, in Christianshavan zona deliziosa e autentica. poi per completare l’opera , abbiamo affittato delle biciclette e ci siamo fatti il giro della città assaporando ritmi e cibi locali.

Continue reading →

La Pavlova, un dolce furbo

Trovo bizzarro che un dolce così ricco di panna e zucchero sia stato creato in onore di una ballerina, eppure è così. La Pavlova prende il nome da una ballerina russa, Anna Pavlova. Non è ben chiaro se questo dolce  sia venuto al mondo in Nuova Zelanda o Australia, è comunque un dolce che nasce per lei in tournée intorno agli anni’30.  L’ipotesi più accreditata è quella che vede creare la Torta Pavlova nel ’26 dallo chef  di un hotel di Welligton, Nuova Zelanda.

IMG_9976.JPG

Continue reading →

Paella de Marisco

La Paella di Marisco, come anche quella classica,  è un piatto Spagnolo dalle origini modeste, un piatto di recupero. Ce ne sono diversi tipi, quella di Marisco appunto, oppure quella di carne di animali da cortile, coniglio pollo e perfino lumache. Poi c’è la Paella che comprende sia carne che pesce. Qualunque Paella decidiate di preparare, l’aggiunta di verdure e zafferano sarà una costante. E’ un piatto antico, abbiamo tracce di questo piatto nei manoscritto del XVIII sec., poi lo chef francese Auguste Escoffier, lo porto in Francia e in Belgio, e da lì, il successo di questo piatto, si è esteso in quasi tutto il mondo. Il significato di Paella è “padella”, che ha una forma molto specifica; è in ferro, bassa , larga. Non sono una fanatica dei gadgets da cucina (anche perché la mia cucina è piccola), ma questa padella l’ho comprata perché fa la differenza (circa €15). Infatti durante la cottura, si forma sul fondo una parte di riso croccante che si chiama “socarrat” . Il riso indicato sarebbe Arroz Bomba, ma se non lo trovate, potrete utilizzare del carnaroli o vialone nano. Non troverete mai una ricetta identica all’altra, tutto dipende dalle zone o dalle varianti create dalle diverse famiglie.

paella de marisco

Continue reading →

Gulash Ungherese

Il Gulash Ungherese è sicuramente un piatto da preparare durante le giornate di festa, la preparazione richiede un po’ di tempo, ma il risultato paga sempre. Il Gulash un piatto della tradizione, nato da ambienti modesti. Solo nel XVIII sec. pare sia approdato sulle tavole borghesi, prima era solo appannaggio dei mandriani, dai quali prende appunto il nome gulyás-leves, zuppa del mandriano. E’ uno spezzatino particolarmente saporito, contiene paprika e cumino, è un piatto  caldo, quindi indicato per coloro che un tempo passavano le serate e nottate al freddo con la mandria. Il Gulash è sicuramente il piatto ungherese più famoso.

gulash ungherese

  Continue reading →